Comune di Illasi

Comunità religiose

Chiesa: Il Santuario del Crocefisso di San Felice

Parrocchia
Prete
Don Remigio Menegatti
Recapito telefonico
0457834033
Descrizione della chiesa
Il Santuario di San Felice pur appartenendo al Comune di Cazzano di Tramigna è parte integrante della cultura delle tradizioni e della fede di Illasi e della sua valle. La chiesa rappresenta uno degli esempi più significativi del romanico: tutti i suoi componenti ne esaltano le caratteristiche.
Tipica è la sua facciata a capanna, con un’impostazione degli elementi architettonici disposti a simmetria rispetto il colmo del tetto. Il prospetto frontale è preceduto da un cortile murato sormontato da una cancellata in ferro. La facciata è caratterizzata in tutte le forometrie (portale, finestre e rosone) da massicci contorni in tufo, che assumono con la loro strombatura aspetti decorativi nelle forme e variazioni sensibili alla luce. Il tutto si conclude nella fascia alta con una mensola sporgente sormontata agli estremi da tre pigne con croce.
L’interno è ad un’unica navata, con copertura a due falde, sottolineate dalle strutture a capriata, terminante con un’abside, con copertura a vele con costoloni. L’insieme è armonico e incarna pienamente lo spirito meditativo delle costruzioni religiose romaniche. Rilevante è la struttura iconografica degli affreschi del XIV° secolo, ricchi nella descrizione dei particolari, nelle cromie e nelle conoscenze pittoriche, che rendono questo luogo sacro uno dei più espressivi dal punto di vista artistico. Gli affreschi rappresentano momenti significativi della vita di Gesù, della Madonna in trono e di Santi. La sua fama, dal punto di vista della fede radicata nelle tradizioni popolari, è legata alla rappresentazione pittorica del Crocifisso con ai lati la Madonna e San Giovanni. Una lapide, nella parte sinistra dell’arco trionfale, ricorda la visita di Papa Lucio III nel 1185 e della concessione che ha questo luogo di preghiera sulle indulgenze.

M. D. F.


Bibliografia a cura di Mariano Dal Forno:
Il Veneto stemma per stemma, Consiglio regionale del Veneto, Firenze, 2000.
Illasi, a cura di G. Solinas, Verona, 1960, p.7
STORIE SEPOLTE, Riti e Culti all’alba del duemila avanti Cristo Mostra 25 ottobre 08 - 30 giugno09, Museo civico di Storia Naturale – Verona.
San Martino Buon Albergo. Una comunità tra collina e pianura, a cura di Marco Pasa, San Martino B.A., 1998
D. Coltro, Colognola ai Colli, San Giovanni Lupatoto Verona, 1985
Appunti di viaggio. Alla scoperta di Verona Romana, Ideaz. e testi di Margherita Sboarina, Verona, 2008
E. Buchi, Venetorum Angelus, Verona, 1993
L. Salzani, Colognola ai Colli Indagini archeologiche,Vago di Lavagno Verona, 1983, pp.31 -38
P. Zorzi, Le origini di Illasi, Verona, 2009
Otto Von Hessen, I ritrovamenti barbarici nelle collezioni civiche veronesi del museo di Castelvecchio, Verona,1968
Pisanello I luoghi del gotico internazionale nel Veneto,Venezia, 1996
L. Puppi, L’ambiente, il paesaggio e il territorio, Torino 1980
Illasi Una colonia, un feudo, una comunità,a cura di G.F. Viviani, Verona, 1991
G. L Mellini, I maestri dei bronzi di San Zeno, Verona, 1992



Foto della chiesa
Santuario di San Felice: in primo piano a sinistra il Cippo Muto della Centuriazione Romana, sovrast